Torino

All'ombra del ciliegio

MAO Museo d'Arte Orientale - dal 29/09/2011 al 10/11/2011

"All'ombra del ciliegio" e' un piccolo viaggio lungo la storia di una cinematografia - tra le piu' importanti al mondo - che ha saputo sia magnificare i grandi valori della propria cultura (di cui l'immagine del ciliegio e' uno dei simboli piu' noti) sia denunciarne gli errori e le contraddizioni. Sette film di sette maestri del cinema giapponese, per un percorso che va dagli anni del muto al cinema contemporaneo. Ozu Yasujiro dipinge con Sono nato, ma..., miglior film nazionale del 1932, un amaro ritratto della societa' giapponese del tempo, denunciando apertamente il ruolo oppressivo di un mondo gerarchicamente strutturato, in cui l'individuo non puo' fare a meno di accettare le umilianti logiche del potere. I racconti della luna pallida d'agosto e' un film emblematico dell'intenso estetismo del cinema di Mizoguchi Kenji e del suo rifarsi ai modelli della cultura classica, attraverso i numerosi riferimenti al teatro Noh e al suo universo fantastico e sovrannaturale. Kurosawa Akira apre di fatto le porte dell'Occidente al cinema giapponese con Rashomon, avvincente detection story che si sviluppa come una sorta di racconto morale; un film sulle miserie dell'uomo, e sulla sua incapacita' di leggere la realta' senza darne un'immagine assai parziale, se non del tutto distorta. Il cimitero del sole di Oshima Nagisa e' il punto d'avvio del Nuovo Cinema giapponese, che, come la coeva Nouvelle Vague francese, costituisce un vero e proprio punto a capo della storia del cinema; il "cimitero" a cui rinvia il titolo del film non e' altro che lo stesso Giappone, che seppellisce il proprio mito rappresentato dall'immagine del "sole". Tratto dall'omonimo romanzo di Abe Kobo, La donna di sabbia di Teshigahara Hiroshi, costruito pressoche' interamente su due soli personaggi e un unico ambiente, e' una straordinaria metafora del carattere oppressivo della societa' sull'individuo che, pur radicandosi in un contesto esplicitamente giapponese, assume una valenza di carattere universale. La ballata di Narayama di Imamura Shohei e' un film dai toni realistici, che fonde con grande intensita' il dramma delle vicende umane alla natura che fa loro da sfondo e che con queste si integra; l'osservazione antropologica dei riti quotidiani di una societa' primitiva permettere di scorgere i tratti che sono davvero caratterizzanti l'essere umano, al di fuori di quelle maschere e di quelle convenzioni che ogni societa', e quella giapponese in particolare, impongono all'uomo. Infine, Kitano Takeshi realizza con Hanabi un film che riprende un certo umanismo del cinema tradizionale giapponese, ma lo colloca in un contesto nuovo, piu' duro e disperato, insistendo maggiormente sull'ambiguita' dei confini che separano il bene dal male. I film proiettati sono doppiati in italiano, oppure con sottotitoli in italiano. APPUNTAMENTI Giovedi' 29 settembre 2011 ore 18 - IL CINEMA GIAPPONESE CLASSICO Conferenza a cura del Prof. Dario Tomasi ore 21 - Proiezione del film: SONO NATO, MA... (UMARETE WA MITA KEREDO) di Ozu Yasujiro, 1932 6 ottobre 2011 ore 18 - Armature dall'estremo Oriente Percorso tematico ore 21 - I racconti della luna pallida d'agosto (Ugetsu monogatari) Proiezione del film di Mizoguchi Kenji, 1953 13 ottobre 2011 ore 18 - Scultura lignea giapponese tra religione e arte nelle collezioni MAO Percorso tematico ore 21 - Rashomon (Rashomon) Proiezione del film di Kurosawa Akira, 1950 20 ottobre 2011 ore 18 - Il cinema giapponese moderno Conferenza a cura del Prof. Dario Tomasi ore 21 - Il cimitero del sole (Taiyo no hakaba) Proiezione del film di Oshima Nagisa, 1960 27 ottobre 2011 ore 18 - Sete e velluti da Oriente Percorso tematico ore 21 - La donna di sabbia (Suna no onna) Proiezione del film di Teshigahara Hiroshi, 1964 3 novembre 2011 ore 18 - Arte su carta Percorso tematico ore 21 - Proiezione film: La ballata di Narayama (Narayama bushiko) Proiezione del film di Imamura Shohei, 1983 10 novembre 2011 ore 18 - La carta giapponese di produzione artigianale Conferenza a cura della Dr.ssa Anna Onesti ore 21 - Hanabi Proiezione del film di Kitano Takeshi, 1997 Gallerie espositive aperte fino alle ore 21, ingresso secondo tariffa ordinaria Ingresso gratuito alla conferenza e al film fino ad esaurimento posti disponibili

Vai al sito ufficiale

CERCA E PRENOTA
Camera 1
Camera 2
Camera 3

Cancella prenotazione

Seguici su