Alla scoperta delle curiosità di Firenze con l'Hotel Spadai

Il boutique hotel 4 stelle aperto nel 2015 e affiliato a Space Hotels invoglia i turisti a conoscere luoghi intriganti e poco noti della città.

 

La città di Firenze, affascinante e bellissima in qualsiasi stagione dell’anno, custodisce alcuni segreti che gli stessi cittadini forse non conoscono. L’Hotel Spadai ci racconta cinque curiosità legate alla storia di Firenze, tutte da scoprire girovagando per le antiche vie e piazze. Aperto nel 2015 ed affiliato al gruppo alberghiero Space Hotels, questo albergo si presenta come una delle alternative più suggestive per partire alla scoperta della città.

 

Inaugurato nel 2015, l'Hotel Spadai è un nuovo boutique hotel 4 stelle in centro, frutto del completo restauro di un imponente palazzo rinascimentale a soli 100 metri dal Duomo. La struttura si trova nella miglior posizione per visitare Firenze comodamente a piedi: si trova infatti in via de’ Martelli, a soli 100 metri da Piazza Duomo, a 500 metri da Piazza Signoria, gli Uffizi e il Ponte Vecchio, circondato da caffè, bar, gelaterie, ristoranti e le boutique dei più grandi brand italiani e internazionali.

 

Il Giardino dei Semplici: situato in via Micheli, il Giardino dei Semplici è oggi parte del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze. Ma da cosa nasce il nome? Ebbene, nel Medioevo i “semplici” erano le piante medicinali coltivate in vari orti cittadini che venivano appunto chiamate “medicamentum simplex”. È importante considerare, nella visita di questo luogo suggestivo, che l'orto fiorentino è molto probabilmente il terzo più antico al mondo, dopo l'Orto botanico di Pisa e l'Orto botanico di Padova.

 

L’autoritratto nascosto di Caravaggio: il famoso dipinto “Bacco” di Caravaggio, custodito alla Galleria degli Uffizi, nasconde un segreto scoperto solo pochi anni fa. Una sofisticata analisi scientifica ha rivelato un volto riflesso all’interno della brocca di vino alla sinistra del quadro. Tale figura, grazie alla profonda riconoscibilità delle sue caratteristiche fisiche: “Grandi orbite oculari, naso a base larga e un po' camusa, labbra carnose e semi-aperte”, è stata identificata con sicurezza come l’autoritratto dell’autore stesso, che sembrerebbe essersi dipinto guardando direttamente il suo riflesso sul quadro.

 

Il cortile di Palazzo Pitti: quando, nel 1440, Luca Pitti commissionò la costruzione del suo Palazzo, decise di sfidare le due famiglie rivali costruendo un edificio il cui cortile potesse contenere l’intero Palazzo Strozzi e le cui finestre fossero delle dimensioni del portone di Palazzo Medici. L’impresa, però, fu tutt’altro che un successo: i Pitti finirono in rovina anche per colpa delle ingenti spese della sua costruzione e il palazzo, nel 1550, fu acquistato da Cosimo I de’Medici per farne la residenza principale di famiglia. Inutile dire che tutti gli stemmi della famiglia Pitti furono rimossi definitivamente.

 

Il sasso di Dante: in Piazza del Duomo, sul lato di via dello Studio, un osservatore attento o ben informato scoprirà l’esistenza di una targa bizzarra. Questa targa, infatti, fu posta in memoria di… un sasso! Si tratta, tuttavia, di un sasso celebre: pare che vi si sedesse spesso Dante, negli ultimi giorni della sua vita fiorentina, per assistere alla costruzione del Duomo. Attorno a questo luogo gira una buffa leggenda: pare che una mattina, incontrando il Sommo Poeta seduto sul sasso, un conoscente gli abbia chiesto: “Cosa ti piace di più?” ed egli abbia risposto “L’ovo!”, un anno dopo, lo stesso conoscente lo reincontrò e gli chiese all’improvviso: “Con cosa?” e il poeta rispose “Con il sale!”. Dante Alighieri possedeva infatti una memoria infallibile.

 

I tunnel sotto l’Arno: nel 1877 furono costruiti due imponenti tunnel dalle volte alte oltre quattro metri attraverso il fiume Arno. In uno di essi, tutt’ora esistente, vi passa la tubatura dell’acquedotto. L’inaugurazione del passaggio fu un avvenimento sensazionale in città e quasi cinquemila fiorentini, pagando un biglietto, vollero provare l’ebbrezza del passaggio sotto il fiume. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu utilizzato dai partigiani tanto che sono ancora visibili le scalette d’accesso dalla pescaia di San Niccolò.

 

L’Hotel Spadai in Via de’ Martelli 10

 

Stanze uniche per ospiti unici

Le camere e suite dell’Hotel Spadai sono lussuose oasi urbane dove i materiali di ispirazione quattrocentesca si fondono con il sofisticato arredo contemporaneo. Ogni sistemazione è unica, curata nel minimo dettaglio come un’opera d’arte e con caratteristiche distintive che la rendono diversa da tutte le altre. Quello che le accomuna tutte sono i dettagli di classe, come le delicate nuance che ricordano la Pietraforte fiorentina e gli esclusivi servizi: dal ricercato set di cortesia fino alle Smart TV, alle jacuzzi e alle docce a pioggia.

 

Private Spa: relax esclusivo per due

Visitare Firenze è magnifico ma può rivelarsi anche  stancante: lo shopping, le passeggiate, le visite ai musei e le escursioni nel centro di Firenze meritano tutta l’attenzione e l’energia possibili.

Per ricaricare le batterie al ritorno in hotel, è bello potersi ritagliare uno speciale momento di coppia: la Private Spa, disponibile su prenotazione, è un delizioso rifugio per due dove prendersi il tempo per coccolarsi, chiacchierare e ritornare in forma. La Spa comprende sauna; bagno turco; vasca idromassaggio di coppia; lettini relax; tisane ed essenze profumate; bagno con docce; asciugacapelli e spogliatoi; accappatoio e asciugamani personalizzati; ciabattine musica; rilassante ed una doccia emozionale.

 

L’Osservatorio Panoramico: un punto d’osservazione speciale

A lato della sala colazione dell’Hotel Spadai si trova una scala a chiocciola che conduce in un esclusivo osservatorio coperto con vista a 360 gradi su tutta la città di Firenze. Il Duomo, il Battistero, Santa Croce e Santa Maria Novella sembrano così vicini da poterli toccare. La più straordinaria vista di Firenze direttamente in albergo!

 

Su Space Hotels

Space Hotels, partner italiano del gruppo alberghiero Supranational Hotels, è attualmente presente nel nostro paese con una collezione unica di 70 alberghi indipendenti da 3 a 5 stelle in 40 destinazioni business e leisure italiane. Come Supranational l’offerta sale a più di 500 hotel in 50 nazioni raggiungibili attraverso i Gds (SX) o Internet all’indirizzo www.spacehotels.it, o attraverso il numero verde 800.813.013. L’offerta di Space Hotels comprende: soggiorni di lavoro o di vacanza, con interessanti offerte; organizzazione di meeting e congressi; la grande cucina di alcuni tra i migliori chef italiani; relax, massaggi e sauna in eleganti centri benessere. In ogni soggiorno sono sempre inclusi breakfast, una bottiglietta d’acqua e free Wifi.

 

Space Hotels – Numero verde 800.813.013

E-mail: space@spacehotels.it - Internet: www.spacehotels.it

 

Ufficio Stampa Travel Marketing 2, Roma - Tel. 06/822940

Marina Tavolato 333/1299646 – Alessandra Amati 335/8111049

Camera 1
Camera 2
Camera 3

ASSISTENZA 800.813.013
Cancella prenotazione

Seguici su